Cerimonia

Come scegliere il catering per il matrimonio

May 07, 2016 SposarsiaRoma

Scegliere il catering per il proprio matrimonio è una scelta importante perché spesso è dal cibo che viene giudicato il successo di un ricevimento.

Tuttavia nella scelta del catering spesso ci si trova disorientati per il grande ventaglio di possibilità sia per quello che riguarda l’azienda che per il menu.

Vi consigliamo di scegliere il catering per il matrimonio sempre dopo aver deciso la location per il ricevimento. Il cibo servito dovrà infatti armonizzarsi con la location e con il tema del matrimonio. Servire ostriche e caviale in un matrimonio in un agriturismo potrebbe non essere il massimo, così come servire prodotti di montagna in un ricevimento in riva al mare.

L’aperitivo o cocktail

Solitamente i ricevimenti si compongono di un buffet di aperitivo o cocktail (in base all’ora del ricevimento) in attesa degli sposi e di una cena seduti. Nell’aperitivo potrete offrire finger food di diverso tipo e provenienza, divedendo magari l’ambiente in diversi tavoli tematici per tipi di prodotti o provenienza di questi. Potrete ad esempio fare dei tavoli con prodotti di mare, di montagna, o di campagna oppure dei tavoli etnici in cui fornirete piccoli assaggi di diverse tradizioni gastronomiche.
L’aperitivo o il buffet deve essere completo ma mai torppo pesante: il buffet deve stuzzicare l’appetito, non appesantire eccessivamente gli ospiti in vista del pasto a sedere.

La cena o il pranzo

Per quel che riguarda la cena o il pranzo sono ormai un po’ demodé i pasti di una volta dal numero sconfinato di portate, spesso pesanti e troppo sostanziose. Un pranzo o una cena dai tempi biblici oltre che appesantire i commensali tenderanno ad annoiarli, e potrebbe rivelarsi più un supplizio che una gioiosa occasione conviviale.
Consigliamo di inserire nel menù massimo 2-3 assaggi di pietanze diverse per ogni portata e di concentrarvi su piatti che non siano troppo pesanti.
Una buona idea è quella di servire tra il primo ed il secondo e tra il secondo e i dolci una piccola pallina di sorbetto al limone per dare la possibilità agli ospiti di ripulire la bocca dai sapori.

Per quel che riguarda i dolci potrete decidere se offrire solo la torta nuziale, o per i più golosi allestire un vero e proprio buffet esclusivamente dedicato a dolci e confetti.

Fate in modo di essere sempre in grado di fornire alternative per i commensali che abbiano particolari registri alimentari come vegetariani, vegani e celiaci, ma anche menu speciali per i bambini.

shabby-chic-wedding

La scelta del catering

Al momento della scelta del catering è importante valutare con attenzione il ventaglio di offerta e il tipo di contratto che diverse aziende vi proporranno.
Fate in modo che nell’offerta vini e bevande siano sempre illimitate in modo da non dovervi ritrovare con brutte sorprese al momento di saldare il conto.
Assicuratevi che il servizio di catering pensi a tutto e che sia in grado di farvi scegliere per quel che riguarda l’allestimento della tavola e di eventuali gazebi. Inoltre il servizio di catering deve occuparsi anche della selezione dei camerieri.
Infine non fidatevi di servizi di catering che sono restii ad offrire una prova del menu agli sposi.

fish-diet-for-pregnant-women

La prova menu

L’azienda di catering deve poi offrire una prova del menù agli sposi. Al momento della prova non siate timidi e non indugiate qualora qualcosa non dovesse incontrare i vostri gusti.
Tenete sempre a mente che quel piatto che state assaggiando dovrà essere poi cucinato per un gran numero di persone, quindi calcolate anche se la resa potrebbe risentirne.
Parlate e confrontatevi con lo chef che ha preparato la vostra prova ed assicuratevi che sia lui a dirigere la cucina nel giorno del vostro matrimonio.

ob_36e1f9_formation-restauration-hotellerie-400x250

La durata del servizio

Al momento del contratto poi concordate attentamente le ore di servizio del catering, poiché molte aziende limitano il servizio ad un determinato lasso di tempo (2-3 ore) e qualora si sforasse il resto del tempo vi verrà accreditato come un extra.
Sconsigliamo comunque vivamente di far rimanere i commensali seduti a tavola per più di tre ore e ritardare così tanto l’inizio dell’animazione.
Concordate tutti i tempi con il vostro servizio di catering e valutate che tra una portata e l’altra è buona abitudine non far passare mai più di venti minuti di attesa.

New-Nordic-Kitchen-600x275

La scelta dei cibi e delle pietanze

Per quel che riguarda le pietanze vi consigliamo di scegliere sapori diversi per ogni portata, ma in grado di armonizzarsi tra loro.
Scegliete sempre ingredienti di stagione in quanto questi sono in grado di garantire una maggiore resa di sapidità e ed aromaticità ad un costo più contenuto.
Inoltre le stagioni vi guideranno anche nella scelta del tipo di menu: un menu estivo è solitamente caratterizzato da pietanze fresche o tiepide e più leggere, un pasto invernale al contrario con piatti più sostanziosi e forti.
Molto importante è anche la scelta dei vini: fatevi aiutare da un sommelier per scegliere i vini che più si armonizzano con le diverse portate.